Lo chiamano co-working. È un luogo fisico (e una necessità mentale): mettere insieme talenti e professionalità. Per creare da soli quella tanto attesa opportunità di sviluppo, senza aspettare che ci pensino altri.