In questo post ti spiegherò tutti i segreti da sapere per scegliere il miglior posto in classe e quali vantaggi potrai ottenere.

Sei pronto?

Scommetto che sai già che in aula la disposizione iniziale è difficilmente modificabile nel corso dell’anno scolastico… quindi è importante scegliere!

E devi farlo TU, subito, il primo giorno di scuola.

Capisci quanto è importante arrivare preparati e in orario?

Dopo aver letto questo nostro articolo, di sicuro ti fermerai a pensare: «Quello è il mio posto!».

Ehi… non sto parlando di Sheldon Cooper in The Big Bang Theory e del suo amato posto sul divano… parlo proprio di TE.

Forse hai già un posto preferito nella tua classe.

Anche io ne avevo uno e finché ci sono riuscito me lo sono tenuto stretto!

Ti dirò la verità: ogni posto ha i suoi vantaggi, molto dipende da come sei fatto e – rullo di tamburi – da quanta voglia hai di studiare.

Non l’avresti mai detto, vero?

Partiamo dalla prima fila.

Lo so… la prima fila è quella che tutti vorrebbero sempre evitare.

Attento però!

Per evitare la prima fila, non puoi proprio permetterti di arrivare in ritardo il primo giorno di scuola…

Tutti gli altri giorni sì (anche se poi dovrai giustificarlo e magari peserà sul voto in condotta).

Ma cerca di non arrivare tardi nel primo giorno, altrimenti ti toccherà probabilmente il PRIMO BANCO, l’ultimo rimasto dopo che i tuoi compagni avranno fatto le loro scelte.

Chi sceglie il primo posto?

(Quasi) Nessuno, tranne i compagni davvero studiosi. O quelli che vogliono alzare sempre la mano e farsi trovare preparati.

Non ci crederai, ma in realtà ci sono anche altre tipologie di persone che scelgono di stare in prima fila (scelta davvero inspiegabile per i più) J

Vuoi saperlo?

Sono gli studenti che hanno problemi di concentrazione, oppure che preferiscono ascoltare tutta la lezione senza distrazioni (ha i suoi vantaggi come ti ho spiegato in questo articolo).

A volte però la prima fila può essere molto preziosa.

Eccoti un esempio.

Tutti abbiamo avuto un prof che durante i compiti in classe gironzolava tra i banchi senza rimanere inchiodato alla cattedra…

Beh, in quel caso davanti è una vera festa: non si sa perché, ma tutta l’attenzione va alle ultime file e davanti si fa quel che si può J

Evitata la prima fila, c’è – subito dietro – la seconda!

È il posto ideale per garantirsi una reputazione da “insospettabile.

Sono sicuro che anche tu vuoi essere considerato un insospettabile!

Pensaci un attimo: sei al riparo quanto basta dagli occhi curiosi dei prof, ma al tempo stesso questa posizione ti permette di apparire attento quando invece stai pensando ai fatti tuoi!!!

Se proprio sei alle strette e gli altri posti sono già stati occupati, punta su questa via di mezzo.

Dalla terza fila in poi non c’è grande differenza (tranne l’ultima) ma è sempre meglio – se possibile – occupare i posti laterali piuttosto che quelli centrali.

Vuoi che ti dica perché?

Il muro è un comodo alleato se devi occultare foglietti oppure se sei un inguaribile frequentatore di Whatsapp e social network (a proposito, sei già follower del nostro profilo Instagram?).

La sbirciata al cellulare è meno visibile dalla cattedra se ti trovi agli angoli… È tutta una questione di prospettiva. L’hai studiata giusto?

Perfetto.

Siamo arrivati in fondo… all’ultima fila!

È la più ambita da tutti, ma non sempre è un bene stare all’ULTIMO banco.

Intanto i professori – soprattutto quelli che non ti conoscono – pensano che sei lì perché non hai tanta voglia di studiare.

Forse è vero, ma forse no.

Per molti è il posto del ripetente: qualche tempo fa abbiamo incontrato un prof, Eraldo Affinati, che ci ha scritto persino un libro parlando proprio dei ripetenti e dei loro posti in classe.

In ultima fila è davvero facile distrarsi pur senza volerlo: la distanza dalla cattedra conta eccome!

Non è solo un problema di vista più o meno acuta: la visuale ti porta a seguire con lo sguardo tutto ciò che accade nella tua aula, soprattutto se ti trovi nell’angolo.

In genere è un posto occupato dai leader (nascosti o evidenti) della classe, proprio per questa angolazione privilegiata.

Voglio dirti una cosa: da lì tieni sotto controllo i movimenti di tutti e puoi facilmente nascondere foglietti e ricevere suggerimenti senza che i prof si accorgano di nulla!

Ma è anche il posto ideale per tipi tranquilli, per chi non vuol essere disturbato eccessivamente dalle spiegazioni, per chi sogna a occhi aperti e spesso si ritrova a fantasticare… dall’ultima fila si sogna che è una bellezza!!!

E si dorme pure!

Sono certo che questa guida ti ha fatto sorridere un po’ pensando alle corse sfrenate per i corridoi il primo giorno di scuola per accaparrarsi un posto “ideale”… il tuo posto per tutto l’anno scolastico.

A questo non ti resta che alzarti presto, arrivare per primo e scegliere!

Prima però un favore: metti un “like” a questo post… a te non costa nulla e a noi ci rendi davvero felici per il tempo che ti abbiamo dedicato 🙂