Qualcuno ci chiede se esistano metodi per studiare storia in maniera efficace. Ma certo che esistano. Soprattutto quando nella tua mente sta passando il cartello:

A.A.A. Cercasi voglia di studiare.

Tu, che al solo pensiero di un pomeriggio di studio matto e disperatissimo ti senti sprofondare la terra sotto i piedi e, forse, preferiresti andare a tosare pecorelle in Turkmenistan; tranquillo: è tutto nella norma!

 

Certo, se poi devi preparanti per l’interrogazione o il compito in classe di storia… ti conviene prenotare i biglietti aerei già da ora.

 

Ok, ok… ti darò qualche consiglio utile per studiare la storia.

 

Plin-Plon si ricorda alla gentile clientela che non avere un metodo di studio nuoce gravemente ai voti. Vi ringraziamo per l’ascolto.

 

Ebbene sì, sono finiti i tempi delle scuole elementari in cui bastava sapere la paginetta o il capitoletto. Ora bisogna saper studiare.

 

Partiamo subito ammettendo che ciascuno di noi ha il proprio metodo di studio. Siamo diversi e studiamo in maniera diversa e soprattutto i nostri metodi di studio funzionano meglio con determinate materie piuttosto che con altre.

 

Partiamo da una regola generale: non esiste un metodo di studio universale!

 

Quello che faremo insieme è analizzare insieme a te vari metodi per studiare la Storia e trovare gli strumenti che ti servono per apprenderla ottimamente e con profitto, oltre che correggere gli errori più comuni.

 

Sei pronto? Partiamo!

 

Ah dimenticavo: metti via il cellulare. Deve stare lontano, molto lontano.

Se ti siedi di fronte al tuo “amato” libro, ma poi controlli ogni notifica, guardi l’orologio ogni cinque minuti facendo astratte elucubrazioni mentali e complessi calcoli matematici per capire quanto tempo impiegherai a finire una pagina, un capitolo etc… beh, non ce la puoi fare!

 

Il metodo magico per imparare tutto facilmente appartiene alle favole. Io qui ti dico, per esperienza,  che per studiare bene bisogna studiare tanto e concentrati.

 

Fai delle pause (fanno bene), ma ti accorgerai che se vuoi impiegare meno tempo devi darti delle regole e quando arriva il momento di studiare devi fare solo quello, per il tempo che hai deciso di dedicargli tra una pausa ed un’altra.

 

Siediti già determinato a finire il tuo studio.

 

La storia (come molte materie) non ha una parte pratica su cui puoi cimentarti e verificare da te se hai appreso le nozioni richieste.

Quindi ecco un paio di dritte molto utili:

  • Crea un ambiente confortevole e privo (per quanto puoi) di distrazioni.
  • Leggi attentamente ogni singolo paragrafo (ricorda che bisogna apprendere tutti i concetti, non solo quelli che a te sembrano importanti).
  • Ripeti ad alta voce quello che hai letto, oppure scrivilo su un quaderno (ti servirà a fissare nella memoria nomi e date perché mentre ascolti la tua voce o scrivi il tuo cervello memorizza, ad esempio associando suoni simili o la forma delle lettere).
  • Studia memorizzando le cause e gli effetti di ogni avvenimento (così riuscirai a concatenare, e quindi memorizzare, gli eventi riuscendo ad ordinarli cronologicamente).
  • Tieni a portata di mano un pc su cui andare a vedere dove geograficamente si è svolta un certo fatto della Storia che stai studiando (sapere “dove” ti dà oltre che una marcia in più all’interrogazione anche la possibilità di capire meglio le vicende storiche perché sono sempre legate al territorio in cui si verificano).

 

Prova con questi consigli, se ne cerchi altri li trovi qui. Abbiamo scritto molti post, lasciandoci consigliare dagli studenti come te… per esempio ti consiglio questo post che ti da qualche suggerimento su come ricordare le date nella storiaNON è una mission impossible come sembra!

A questo punto non resta che augurarti buono studio.