In questo post ti racconterò di una trovata degli innovatori inglesi, che hanno inventato il primo autobus che cammina a cacca!

Già dalle immagini sulla fiancata si capisce di cosa stiamo parlando, giusto?

Fermati un attimo a leggere questa storia, perché è solo una piccola parte di una rivoluzione ecologica su cui si stanno facendo molte ricerche da diversi anni.

Torniamo alle immagini della fiancata dell’autobus: ci sono persone sedute su un water a fare i propri bisogni mentre si trovano su un bus!

Si tratta, infatti, del primo “bio bus” in servizio in Gran Bretagna e – secondo quanto riportato dai quotidiani britannici – viene alimentato con biometano prodotto dagli scarti alimentari e dai rifiuti organici umani.

Dalla cacca, per essere chiari: è alimentato con cacca e cibo avanzato.

Ma non è un sogno, un bizzarro progetto… è realtà!

Il mezzo effettua il collegamento per l’aeroporto tra Bath e Bristol, può portare fino a 40 persone e si muove grazie al gas interamente ricavato da rifiuti di cibo e feci umane, prima trattati e in seguito trasformati nell’impianto gestito dalla società energetica Geneco a Wessex Water.

Una grande innovazione 🙂

Ora starai pensando: ok, funziona ma quanta ce ne vuole di questa “benzina umana”?

Per fare un pieno serve la cacca di un anno intero di cinque persone.

Un impegno notevole e costante considerato che si riescono a percorrere con un pieno 190 km, come riporta il quotidiano britannico The Guardian.

Al di là dell’ironia che può suscitare questo autobus che cammina a cacca, il grande vantaggio è rappresentato dalle emissioni nocive notevolmente inferiori a quelle del più moderno motore diesel.

Non è di poco conto per l’ambiente e anche per l’economia.

Nulla si spreca, dunque.

Anzi tutto può diventare risorsa preziosa, come cantava il cantautore Fabrizio De Andrè «dal letame nascono i fiori» (in questo caso nascono energie alternative).

La società energetica Geneco è anche la prima azienda che ha iniziato a utilizzare questo gas generato dai rifiuti umani per le utenze di oltre 8mila abitazioni.

Vuoi sapere se e quanto puzza questo autobus innovativo?

Assolutamente nessun odore!

Ciascuno di noi, invece, potrebbe dare il suo contributo.

Una persona produce ogni anno escrementi e avanzi di cibo utili ad alimentare il bio-bus per 30 km.