IAMU in viaggio con Avis. Una buona notizia che ci riguarda

team iamu con avis

Un viaggio con Avis, alla scoperta dei mille e più di mille perché della donazione di sangue.

Una settimana in giro per l’Italia. Partendo dal Sud, dalla Calabria, risalendo fino a Milano, fino a giungere a Palermo, sede dell’assemblea nazionale AVIS (22-24 maggio), passando per Catanzaro, Roma, Bologna e Ferrara.

L’hanno chiamato “IAMU con Avis”, per sottolineare l’unione di due realtà, due iniziative, due modi diversi ma convergenti di contribuire alla realizzazione di un mondo migliore.

IAMU.IT è un portale di comunicazione e marketing, che racconta esperienze in modo allegro e divertente, puntando sui giovani e sulla loro energia.

Quelle stesse energie che si traducono in buone prassi.

Una di queste? È l’altra metà del viaggio.

L’Avis, associazione volontari del sangue italiani. Col suo impegno, a livello nazionale e fortificandosi sugli entusiasmi locali, ha costruito in decenni di attività una storia di solidarietà. Da questa storia si parte, sabato 16 maggio.

Come i cercatori d’oro, quattro volontari dell’Avis e il direttore di IAMU.it, il giornalista Sergio Conti, si metteranno sulle tracce di questa storia, dei valori che caratterizzano la carta etica, bussola morale a livello associativo.

Raccoglieranno testimonianze di reciprocità, di fiducia. Per condividerle e per unire idealmente l’Italia intera, sotto l’unica bandiera del dono gratuito di sé.

«Ci sentiamo parte di un progetto molto più grande, esserne testimoni e poterne intrecciare la narrazione è un grande privilegio» dice il team Avis, composto da Lucia, Marco, Lorenzo e Tonino.

«Stavolta abbiamo bisogno, come recita il primissimo slogan di IAMU (tu soffia, noi giriamo ndr), che tutti soffino sul nostro progetto e sulla nostra idea con il proprio entusiasmo, noi proveremo a farlo girare» dice Sergio Conti, direttore di IAMU.

La scelta è caduta su alcune località, tra cui Bologna e Ferrara, poiché gemellate con la sede di Reggio Calabria, capofila del progetto insieme alla sede regionale di Catanzaro. Nella Capitale, invece, è prevista una giornata al seguito delle attività di raccolta sangue con l’autoemoteca.

A Milano, poi, l’incontro col presidente nazionale Avis Vincenzo Saturni. Per il sud Italia, tappa a Ragusa, vero fiore all’occhiello con strutture all’avanguardia per la donazione di sangue, a cui si ispirano molte altre sedi Avis.

Il gran finale a Palermo, con l’assemblea nazionale.

Dove verrà proiettato anche un estratto del docufilm realizzato on the road, a bordo del pullman griffato per l’evento, tra i volontari, nelle sedi.

Ecco il racconto partendo dal primo giorno, con la partenza dalla Calabria fino all’arrivo a Roma;

Il secondo giorno tra Roma e Bologna

La terza tappa tra Bologna e Ferrara

Quarto giorno a Milano dal presidente nazionale Avis Saturni

Quinta tappa di ritorno passando per Firenze

Sesto e ultimo giorno del video-racconto arrivati a Ragusa e poi verso Palermo.

Perché la storia di un viaggio la si scrive giorno per giorno. Ma anche minuto per minuto. Mentre quella della donazione del sangue ha quasi un secolo. Eppure, a guardare questi giovani, non li dimostra proprio.

Se vuoi puoi anche dare un’occhiata a questa sintesi in video con le parti (e le voci) più significative del viaggio IAMU con Avis e al nostro racconto finale. Abbiamo scoperto un’Italia bellissima, unita nel segno della donazione.