Una festa, innanzitutto.

Un compleanno bicentenario + 3. Insomma… 203 anni e non li dimostra affatto.

Parliamo del liceo classico “Campanella” di Reggio Calabria.

Noi ragazzi, assieme alla preside, agli insegnanti e ai collaboratori scolastici, ci siamo incontrati per il terzo anno consecutivo di sera – a scuola – per festeggiare alla nostra maniera i 203 anni del nostro liceo.

È uno tra gli eventi più attesi di tutto l’anno scolastico.

Volete sapere anche perché?

Niente libri (già questo basterebbe), niente compiti, niente interrogazioni.

Al loro posto karaoke, con le straordinarie interpretazioni da parte di noi studenti di canzoni sia moderne che antiche. Gettonatissima ” ‘O surdato ‘nnamurato” per ricordare la Festa della Repubblica!

Poi abbiamo trasformato il cortile in pista da ballo: il dj ha incominciato a mettere musica e tutti noi ci siamo lanciati al centro.

Divertente!

Poi i rappresentanti Melania e Paolo hanno presentato – in perfetto stile “Oscar del cinema” – la consegna dei premi per i “Classic Olympic Games”, cioè tornei di ping pong, pallavolo e calcio a 5 che sono stati svolti tra classi oppure tra alunni durante l’anno scolastico.

Come ogni compleanno che si rispetti, non poteva mancare la torta tagliata dai rappresentanti e dalla preside, ricordano il glorioso passato del nostro liceo e degli studi classici e nella rinnovata speranza di un grande futuro.

Tanti auguri al caro e vecchio liceo classico “Tommaso Campanella”!

Dire «100 di questi giorni» è molto riduttivo… facciamo 1000 e anche di più 🙂

IAMU ha intervistato anche il nostro rappresentante Luigi Ocello, durante la serata. Ecco l’intervista.