La loro scuola, il “Righi”, ha fornito loro una grande opportunità. E Giuseppe, Mariagrazia, Marco e Maria l’hanno colta e hanno scelto di donare il sangue con l’Avis. E di invitare tutti. Perché è un gesto che andrebbe fatto da chi può.