Ho incontrato il presidente regionale dell’Avis calabrese Rocco Chiriano durante un convegno per spiegare l’impegno di Avis Calabria tra formazione e comunicazione.

È sorridente. Come dice lui stesso è «soddisfatto ma non del tutto».

Come non essere d’accordo con lui: l’Avis in Calabria – con i suoi 40mila donatori – è capace di muovere opinioni e richiamare alla responsabilità gli amministratori della cosa pubblica.

Insieme.

Una parola bellissima a cui Rocco Chiriano è molto legato.

Perché insieme si può vincere la diffidenza e scegliere di donare, senza girarsi dall’altra parte di fronte a un problema o una difficoltà che è di tutti.

Come ti abbiamo già raccontato in questo post, c’è qualcuno che non conosci che in questo momento può essere tra la vita e la morte e… aspetta proprio il tuo gesto!

Francesco Pira, docente dell’Università di Messina e sociologo della comunicazione oltre che consulente di Avis Calabria, spiega in questo VIDEO come comunicare efficacemente ai donatori.

E anche a quelli che non sono donatori.

Io li incontro spesso i non donatori.

Sono quei piccoli eroi di cui abbiamo raccontato la “prima volta” in Avis, l’associazione volontari del sangue: c’è Francesco, Chiara, Rosy, Giorgio e tanti altri donatori giovani e coraggiosi 🙂

Perché – come mi ha detto il prof Pira – in un mondo diffidente parlare di donazione è più complicato ma non impossibile se si sa ascoltare e mettersi in discussione.