A scuola dalla Regina. Londra #15

17 luci parco

Avete presente quelle giornate normalissime, dove non accade assolutamente nulla al di fuori dall’ordinario? Ecco, questa e una di quelle.

Direte: “ma… sei a Londra!” E io dico che sì, sono a Londra, ma ci sono ormai da un po’ di tempo, Sono entrata nella quotidianità. Colazione, metro, lavoro, caffè con Ale, chiacchiere sul weekend passato. Ufficio, lavoro, pausa pranzo, lavoro, qualche chiacchiera, finita la giornata. Monica torna a casa, io mi incontro con gli altri a Covent Garden. Solito giro per le strade, soliti negozietti odiosi pieni SEMPRE dela stessa roba, nulla di nuovo. Ma si può fare un regalo carino a Londra senza svenarsi? O bisogna per forza portare la schifezzina tipo il portachiavi? A questo punto non compro niente e offro un caffè alla persona che avrebbe dovuto riceverlo. Finito il giro si torna a casa, chiacchiere, cena, riposo, doccia, voglia di andare a dormire, fine. Emozionante, vero? Eppure le giornate così non mi dispiacciono, ogni tanto ci vuole, con una buona colonna sonora portano il buon umore. A domani, speriamo che tutta questa quotidianità londinese non mi abbatta! Sciao!